See other templatesSee other templates

Sei qui: HomeDidatticaDocumentiamoci

Chiamati alla gioia

Voi siete persone normalmente gioiose? Qualcuno potrebbe rispondere immediatamente: “C’è poco da essere allegri in questo mondo di ingiustizie, intolleranza, violenza, crisi economiche e morali…” oppure affermare “Dipende dalle circostanze, da ciò che si possiede, salute, soldi, affetti”; qualcun altro potrebbe aggiungere: “E’ questione di carattere, c’è chi è sempre contento e chi ha sempre il muso lungo”. In ogni caso la gioia è desiderio intimo di chiunque, è ricerca costante e mai appagata pienamente; è bisogno e diritto vitale di ognuno; non c’è persona che non voglia essere felice e quello che è vero per ogni uomo, lo è a maggior ragione per il cristiano: la gioia è XX caratteristica essenziale della fede cristiana, ne è il distintivo perché ha la sua origine in Dio e Dio è amore.

Leggi tutto: Chiamati alla gioia

Per una paese solidale

Per un Paese solidale. Chiesa italiana e Mezzogiorno. Il 24 febbraio 2010 i Vescovi italiani presentarono il Documento intitolato”Per un Paese solidale. Chiesa italiana e Mezzogiorno”. Si legge nell’incipit: “ A vent’anni dalla pubblicazione del documento ‘Sviluppo nella solidarietà. Chiesa italiana e Mezzogiorno’, vogliamo esprimere la riflessione sul cammino della solidarietà nel nostro paese, con particolare attenzione al Meridione d’Italia e ai suoi problemi irrisolti, riproponendoli all’attenzione della comunità ecclesiale nazionale, nella convinzione degli ineludibili doveri della solidarietà sociale e della comunione ecclesiale alla luce dell’insegnamento del Vangelo e con spirito costruttivo di speranza.

Leggi tutto: Per una paese solidale

Solidarietà, fedele delle compagne di giustizia e carità

La solidarietà è prima di tutto un dono che abbiamo ricevuto fin dal nostro concepimento e farsi dono diventa un compito a cui nessuno di noi può sottrarsi. E’ in famiglia che abbiamo sperimentato e sperimentiamo l’amore nella sua concretezza come condivisione, capacità di vedere ed intuire le necessità dell’altro, capacità di perdono e di accoglienza per quello che si è. A partire dalla famiglia siamo chiamati a vivere la solidarietà, come stile di vita, con gli amici, nel lavoro, nella scuola, in parrocchia, nel tempo libero… Modalità per testimoniare e vivere la solidarietà ce ne sono a iosa: piccole attenzioni , capacità di ascolto e di accoglienza, piccoli servizi… non si deve ridurre la solidarietà ai gesti straordinari, ma occorre lievitare con essa il vissuto quotidiano.

Leggi tutto: Solidarietà, fedele delle compagne di giustizia e carità

Noi e il Natale di Gesù

A Natale Dio, l’Eterno si è fatto l’oggi dell’uomo, Gesù Bambino è l’oggi di Dio. Dio, facendosi uomo, accetta come un comune mortale di sottostare all’anagrafe, di contare gli anni, di celebrare i compleanni, di interrogare i giorni a venire, di far parte di un periodo storico, di incarnarsi in uno specifico contesto sociale, culturale, religioso. Il Dio di Gesù, il nostro Dio, non è un’idea, un principio, una filosofia, un sistema; e neppure è una legge, un culto religioso. Egli è una persona: ha cuore, occhi, mani, volto. L’invisibile si lascia guardare, l’eterno entra nel tempo, l’inaccessibile si fa vicino e si lascia toccare, la Vita si è manifestata. La lunga attesa è terminata, Dio entra nella nostra vita per farci entrare nella Sua.

Leggi tutto: Noi e il Natale di Gesù

Caritas in Veritate

Il 28 giugno 2009, solennità dei Santi Pietro e Paolo, è stata presentata in Vaticano la terza Enciclica di Papa Benedetto XVI “Caritas in Veritate”, un testo dall’evidente carattere sociale il cui intento è quello di coniugare la carità con la verità, ribadendo il legame con la tradizione sociale della Chiesa, dalla “Rerum Novarum “di Leone XIII del 1891 fino ad oggi, passando per la Pacem in terris di Giovanni XXIII del 1963, la “Popurorum Progressio “di Paolo VI ,” la Sollecitudo rei Socialis” di Giovanni Paolo II del 1987. Il Testo, successivamente, è stato pubblicato in tutti i paesi del mondo mediante le Conferenze Episcopali e gli Editori nazionali.

Leggi tutto: Caritas in Veritate

Lettera ai cercatori di Dio

La Lettera ai cercatori di Dio presentata dall’arcivescovo Bruno Forte, Presidente della Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi, a Roma il 12 aprile 2009, è il frutto di un lavoro collegiale che ha coinvolto vescovi, teologi, pastoralisti, catecheti ed esperti nella comunicazione e si rivolge ai “cercatori di Dio”, cioè a tutti coloro che sono alla ricerca del volto del Dio vivente. La Lettera si offre come strumento possibile per il primo annuncio, è scandita nelle tre parti dalle domande che accomunano tutti i credenti e i non credenti, dal Kerigma e dalle vie per il possibile incontro con Cristo. La Lettera invita all’esercizio dell’ascolto di domande autentiche, quelle che non sono ripetizioni di quanto già si conosce, ma vengono a noi dall’altro, l’altro che rivela noi a noi stessi, suscitando la domanda vera che ci spinge oltre la soglia della nostra solitudine.

Leggi tutto: Lettera ai cercatori di Dio

Santità: le cose ordinarie in modo straordinario

Il santo, nel comune modo di parlare, è una persona eccezionale, quasi un eroe che, pur con i limiti di tutti, ha dimostrato, dimostra di avere “una marcia in più” nei rapporti con Dio e con i fratelli. E’ proprio così? Scrisse Papa Giovanni Paolo II: “La santità è la misura alta della vita cristiana ordinaria”. Ecco la nostra prospettiva di oggi. La santità è dono e chiamata per tutti, non è privilegio di pochi. La chiamata alla santità non è motivata da particolari qualità o meriti, ma dal dono di grazia che nel Battesimo abbiamo ricevuto. Siamo chiamati alla santità perché potenzialmente santi: si tratta dunque di diventare ciò che siamo (cfr. Ef 4,1 ss, Rm 12,1 ss, Rm 6,4, Cor 1,2). La santità è la pienezza della carità vissuta nelle concrete situazioni, condizioni, limiti, condizionamenti personali, sociali, culturali, ecclesiali. La santità è carità in atto, che si fa storia e incide nella storia, la santità rende più umano il mondo. Non esiste una santità standart, uguale per tutti.

Leggi tutto: Santità: le cose ordinarie in modo straordinario

Pagina 9 di 11

Go to top