See other templatesSee other templates

Creatività didattica aprile 2011

Nel numero precedente di speciale IdR abbiamo affrontato trattato la prima parte di un progetto riguardante la famiglia; vogliamo ora continuarlo e concluderlo.

Quanti cambiamenti

E’ possibile fare un primo bilancio sui vari cambiamenti che Sono intervenuti nel corso di tre generazioni e ognuno merita la sua considerazione... . Il mese di gennaio è dedicato dalla Chiesa alla riflessione sulla pace e tutto ciò che la promuove, alle scuole invece la stessa proposta arriva come riflessione sulle giornate della memoria e del ricordo: la storia del XX secolo ci dà parecchi spunti di riflessione in merito considerandoli anche da un punto di vista familiare – vedi “Il bambino col pigiama a righe “, ma anche per certi aspetti “Schindler’s list”, o “Giorgio Perlasca, un eroe italiano”-. Cos’ha significato per i nostri nonni crescere durante la guerra? Tanti cambiamenti si sono resi necessari dopo quella tragica esperienza, recenti come l’Europa e l’euro o datati come la Repubblica, la costituzione, le dichiarazioni universali dei diritti, il lavoro …

Today Brainstorming:

A che punto siamo con la costruzione di un mondo nuovo, vivibile per tutti? La situazione nel mondo oggi qual è? (il brainstorming ci permette di valutare la sensibilità di questi ragazzi nei confronti del mondo e nei confronti dell’attualità; davvero posso pensare che quando sto bene io con i miei parenti e amici tutto il mondo è “a posto”? cosa ci rimane da fare? Da dove cominceresti per migliorare il mondo? Quali vie? La situazione è sensibilmente cambiata, almeno da noi, nell’occidente… sempre in meglio? nel resto del mondo come va? Perché nonostante tutto permangono povertà, sfruttamento e ingiustizia… ?).

La via dei diritti:

1) diritti (cosa sono/conoscere i tratti generali) 2) i diritti umani, (quali sono e a cosa servono) 3) diritti alla/della/nella famiglia.

Metodologia e Metodi:

Il metodo, finalizzato alla partecipazione attiva e all’apprendimento significativo degli alunni, prevede l’azione guida dell’insegnante nelle varie fasi dell’unità didattica, ma anche il contributo di tutti i membri del gruppo: nell’affrontare la questione, individuare le attività che meglio consentono di reperire i materiali da presentare al gruppo per discutere e valutare le possibili ipotesi di risposta. Le attività presentate sono solo proposte, ma è importante che tutto il gruppo si mobiliti per far “andare avanti la barca”: insieme si arriva al porto o insieme si affonda. Per questo è bene avere una via da seguire, è meglio porre tutto in discussione e trovare insieme la via da percorrere

Fase motivazionale

  1. L’insegnante offre stimoli per suscitare interesse negli alunni attraverso:
  2. Lezione frontale/riflessione guidata
  3. Discussione dialogata e confronto
  4. Domande Brainstorming

Fase di apprendimento/reperimento dati

  1. Attraverso Intervista a genitori e nonni
  2. Ricerche e approfondimento personale Presentazione dei dati raccolti
  3. Cineforum
  4. Uscite e visite didattiche
  5. Incontro con alcuni testimoni Incontro con esperti

Fase di discussione/valutazione dei dati

  1. L’insegnante promuove negli alunni la consapevolezza di sé tramite:
  2. Colloqui/confronto
  3. Lavori di gruppo
  4. Test di verifica
  5. Schede operative
  6. Role playing
  7. Osservazione sistematica

Valutazione

  1. La valutazione del raggiungimento degli obiettivi si realizzerà attraverso varie forme di verifica, sia orale che scritta, secondo le seguenti modalità:
  2. Risposte a scelte multiple
  3. Completamento di frasi
  4. Risposte vero-falso
  5. Selezione e associazione di parole e frasi
  6. Risposte aperte o libere composizioni
  7. Riflessioni e rielaborazione dei contenuti

Risultati attesi

Attraverso questo percorso, si cerca di far maturare nell’alunno la consapevolezza di sé, del valore della famiglia, il senso di appartenenza ad una famiglia più larga come può essere la comunità di origine/paese o la società, come la concezione cristiana della vita e della famiglia ha modellato e continui a plasmare il mondo che ci circonda aprendosi verso tutti quelli che lo abitano e a guardare con fiducia alle proprie possibilità di inserimento positivo e costruttivo nella società che lo circonda. 

Go to top