See other templatesSee other templates

Sei qui: HomeUfficioIl direttore comunica
Il direttore comunica

Il direttore comunica

Marco Benazzato

Mi presento: ho 37 anni e sono stato ordinato 11 anni fa. Sono stato viceparroco in diocesi (con una breve esperienza di IdR) e ho studiato filosofia a Roma, dove ho conseguito il dottorato all’università Gregoriana. Sono contento di essere entrato in questo mondo, che per molti ragazzi e giovani è il biglietto da visita della nostra Chiesa. Spero di poter dare un buon contributo perché l’IRC in diocesi risponda al suo compito, cioè di essere una proposta culturale di qualità. Credo che su questo avrò molto da imparare da voi, che siete un patrimonio speciale della nostra chiesa. Voi potrete contare sul mio impegno e io sono certo di trovare in voi professionalità all’altezza della sfida. La mia nomina è congiunta a quella di direttore dell’ufficio educazione e scuola e spero che insieme potremmo pensare a un percorso che sia interessante anche per i colleghi di altre discipline.

In questi giorni qualcuno mi ferma e mi chiede “Come va? Sei in vacanza?” e mi viene da sorridere pensando al viavai di incontri e telefonate che si susseguono in ufficio in vista delle nomine del prossimo anno… Mi sento un po’come il fornaio, il quale lavora mentre tutti dormono perché al loro risveglio la vita possa riprendere regolarmente. Mi sembra un’immagine calzante anche per presentare lo strumento che avete tra le mani: il piano corsi per il prossimo anno. Arriva puntuale nel pieno dell’estate, quando l’insegnamento è ufficialmente fermo, e vi è offerto come prima pietra dell’anno che verrà. Nel consegnarvelo posso solamente dire grazie a don Antonio che l’ha preparato negli scorsi mesi, ai coordinatori e relatori che…
L’“ONDA VERDE” DEGLI STUDENTI La tenacia, il coraggio, l’esempio della sedicenne svedese Greta Thunberg che, per attirare l’attenzione dei leader mondiali sulla grave emergenza climatica e sui danni irreversibili all’ambiente, ogni venerdì salta la scuola e manifesta davanti al Parlamento di Stoccolma, ha fatto breccia nel mondo degli studenti. Questi, il 15 marzo scorso, si sono fatti sentire con manifestazioni varie in tutto il mondo: 80 nazioni, 60 città in Italia. Pure gli studenti Vicentini si sono ritrovati in corteo al grido: “Che pianeta ci avete consegnato? Non abbiamo a disposizione una Terra ‘B’”, in alcuni centri del nostro territorio tra cui Valdagno, sostenuti legittimamente dai loro docenti di religione. È la linea dell’enciclica di papa Francesco “Laudato si’”, che…
Pagina 1 di 12
Go to top