See other templatesSee other templates

Al centro l'educazione

GLI ORIENTAMENTI CEI:

Gli Orientamenti pastorali CEI per il secondo decennio del XXI° secolo, che avremo tra le mani a settembre, mettono al centro l’educazione, secondo le informazioni diffuse a conclusione dell’Assemblea dei nostri Vescovi del maggio scorso. Noi ci sentiamo coinvolti in prima persona perché il tema dell’educare tocca la nostra vita quotidiana, qualifica sempre più oggi il nostro essere docente di religione nella scuola di tutti. Educare è sperare nel futuro; è amare le nuove generazioni. Nel corso della settimana diocesana per la scuola (10-14 ottobre), il nostro Vescovo – eletto Vice Presidente della CEI per il Nord – ci offrirà una prima lettura dei nuovi Orientamenti in relazione alla scuola e all’IRC. Vengono proposte già due iniziative – che verranno illustrate in apposite schede, nel prossimo numero di “Speciale IR” – finalizzate a creare alleanze educative nel territorio, frutto del confronto nelle commissioni diocesane per l’IRC e per la catechesi. La prima è un incontro nei Vicariati tra catechiste/i e IdR della scuola primaria e della SS 1°: a quell’appuntamento desidererei vedere tutte/i gli IdR operanti in quella zona! L’altra proposta riguarda gli animatori e i catechisti dei preadolescenti-adolescenti, che si ritroveranno a riflettere sull’itinerario crismale e sul dopo cresima, viene richiesta pure la partecipazione degli IdR della SS 2° della zona per dare il proprio contributo educativo e far conoscere l’IRC (il secondo polmone per l’educazione umana e religiosa dei giovani).

IL PROGETTO FORMATIVO IRC 2010/2011

Come ogni anno, viene raccolto e presentato in questo numero il progetto formativo IRC 2010/11, inviato all’USR del Veneto. C’è qualche novità: l’Assemblea di fine anno a Recoaro, un breve corso specifico per IdR della SS 2°… Ciascuno/a è chiamato a scegliere il proprio percorso di formazione permanente, impegnandosi a non mancare agli appuntamenti comunitari (ritiri, inizio anno con il Vescovo, Assemblea di maggio!). Per chi nell’ultimo biennio – in base alle note disposizioni diocesane – non ha partecipato almeno a 20 ore di aggiornamento specifico sull’IRC è giunta o arriverà una “lettera di richiamo”. È uno stimolo a fare di più, a mantenere gli impegni presi al momento della nomina e del riconoscimento dell’idoneità all’IRC. Chi risulta “inadempiente” non domani trasferimenti, ecc…! Esprimo gratitudine al gruppo di Colleghi, coordinati dal prof. Lorenzo Rossi, che ha seguito la verifica e inoltrato, tramite la Segreteria le lettere per posta elettronica. Di eventuali errori si domanda scusa anticipatamente.

ALTRE COMUNICAZIONI

  1. Si ricorda che tutte le informazioni si possono trovare e scaricare dal nostro sito…, che va valorizzato. Un grazie fraterno al curatore, il prof. Antonio Montepaone.
  2. Per il gruppo numeroso di Supplenti di Religione sarà reso noto, sul prossimo “Speciale IR”, un breve corso con il calendario degli appuntamenti predisposto dall’équipe formativa.
  3. Tutti sono a conoscenza delle due ultime sentenze del Consiglio di stato (ad aprile e a maggio 2010) a favore dell’IRC. Si tengano presenti in ogni Istituto scolastico seguendone l’applicazione.
  4. Quando un IdR rimane a casa per malattia, maternità, ecc… - visto l’esperienza non positiva nell’ultimo anno di scuola – è invitato a comunicare tempestivamente pure al nostro Ufficio la sua situazione e si impegna – per quanto sarà possibile – a seguire il Supplente e dargli le consegne di lavoro.
  5. Gli IdR della SS 1° e 2° “non di ruolo” sono invitati, nell’ultima settimana di agosto, a ritirare personalmente in Ufficio IRC la proposta di nomina da consegnare alla Segreteria del proprio Istituto entro il 1° settembre.
  6. Il piano diocesano per l’anno pastorale 2010/11 verterà sull’eucaristia nell’ottica dell’educare (cf. nel sito diocesano le conclusioni del nostro Vescovo all’Assemblea diocesana di giugno “L’Eucaristia cuore della Chiesa, casa e scuola di comunione”).
  7. Si attende la disponibilità, generosa e competente, di qualche IdR per collaborare nel campo dell’evangelizzazione e della catechesi. Ci si può rivolgere direttamente a don Antonio. Auguro una serena prosecuzione del periodo estivo, per ritemprare spirito e corpo, con un passo di Paolo apostolo agli amati cristiani di Filippi (città che dovrei visitare tra qualche giorno): “Se c’è pertanto qualche consolazione in Cristo, se c’è conforto derivante dalla carità, se c’è qualche comunanza di spirito, se ci sono sentimenti di amore e di compassione, rendete piena la mia gioia con l’unione dei vostri spiriti, con la stessa carità, con medesimi sentimenti” (Fil 2,1-2).

Antonio Bollin Direttore Vicenza, 16 luglio 2010 Memoria della B.V. Maria del Carmelo 

Go to top