See other templatesSee other templates

Per arricchire il tuo bagaglio

LO “SPECIALE IR” SOLO PER E-MAIL

Da questo numero 149 – e questo è il primo – il nostro “Speciale IR” viene inviato solo per posta elettronica. Forse creerà qualche disguido ad alcuni (pochi, spero!) IdR vicentini, ma occorre camminare con il passo dei tempi, valorizzare i nuovi strumenti informatici che la società ci mette a disposizione e fare un po’ di risparmio visto il costo elevato della spedizione postale. Chi è ancora privo di indirizzo e-mail si faccia stampare copia dello “Speciale IR” da un collega amico e generoso. Mi auguro che ogni numero venga atteso, accolto e letto: bisognerà scoprire delle modalità per verificarne l’utilizzo. Ringrazio ancora l’équipe redazionale, coordinata dalla prof.ssa Giorgia Caleari e incoraggio altri Colleghi a rendersi disponibili per una fattiva collaborazione.

I MESI DELLA SENSIBILIZZAZIONE IRC

Com’è nostra consuetudine, dedichiamo i due mesi precedenti il termine dell’iscrizione scolastica e ci impegniamo nella sensibilizzazione sull’IRC delle nostre comunità parrocchiali. Lo slogan scelto per il 2011 è: Religione a scuola… per arricchire il tuo bagaglio. Il tema ingloba due esigenze: la sintonia con la riforma attuale della scuola, la scuola delle competenze; il viaggio della vita, che affascina i nostri ragazzi, simboleggiato dallo zaino della locandina. Il materiale predisposto dall’Ufficio è vario, tra cui un programmino di un minuto in PowerPoint da scaricare dal nostro sito web e diffonderlo. A livello regionale sarà dato alle stampe a dicembre un pieghevole plurilingue per gli alunni provenienti da altri Paesi e culture. Ogni IdR è chiamato a passare in Ufficio, prendere il bustone-parrocchia (delle parrocchie e/o unità pastorali dove vive od opera) e consegnalo al parroco. Ciò diventa l’occasione “buona” per incontrare i parroci, che desiderano essere contattati. L’operazione va conclusa possibilmente non oltre metà dicembre 2010. Nessuno – ne sono certo – si tirerà indietro!

LE LINEE DI INDIRIZZO E DI LAVORO PER I PROSSIMI MESI

In buona parte degli Istituti sono state progettate e avviate le attività alternative all’IRC. Bisogna monitorare come si sono realizzate: sono state rispettate la normativa vigente e la curricolarità disciplinare dell’IRC, una volta scelta? In Commissione diocesana per l’IRC di novembre si è parlato di un progetto di formazione permanente per tutte/i gli IdR vicentini riguardante la conoscenza e l’applicazione delle nuove Indicazioni nazionali per l’IRC (ex programmi). Ve ne saranno date informazioni sul prossimo numero. Il primo appuntamento è fissato a marzo (19-20 a Villa S. Carlo), gli altri ad ottobre e dicembre 2011. Nei mesi di febbraio-marzo si conferma l’iniziativa degli incontri zonali tra IdR: è una opportunità che viene offerta per condividere gioie e problemi, individuare linee strategiche comuni per le zone, conoscervi di più e aprirvi alla collaborazione. Vi sarà comunicato il calendario con la tematica di fondo. Quest’anno il Servizio Nazionale per l’IRC, in collaborazione con l’Osservatorio socio-religioso del Triveneto non ha ancora trasmesso la scheda per l’indagine circa gli avvalentisi e non dell’IRC, quindi è probabile che si farà dopo Natale. Nel frattempo però – vista la segnalazione di un aumento dei non avvalentisi in alcune classi iniziali – domando a tutte/i d mantenere (come alcuni di voi solitamente fanno) sotto controllo la situazione. È bene, inoltre, che nei vari Istituti gli IdR siano membri delle Commissioni che presentano la scuola e quindi anche l’IRC e in quella della formazione delle classi. Domenica 12 dicembre pomeriggio è in programma il ritiro di Avvento per il mondo della scuola. Non sarà il Vescovo Nosiglia a guidarlo, perché è diventato Arcivescovo di Torino, ma il nostro appuntamento di spiritualità resta.

UNA PROVOCAZIONE DI S. KIERKEGAARD

Il filosofo danese evangelico S. Kierkegaard dell’800, in uno dei suoi diari, scriveva che se oggi Cristo dovesse tornare non lo metterebbero in croce, ma “in ridicolo”. È proprio quello che succede oggi – diceva l’Arcivescovo mons. Rino Fisichella in una catechesi di mercoledì 17 novembre ai giovani romani – nei nostri Paesi, nelle scuole: mettono in ridicolo il cristianesimo perché non lo conoscono! Forse è una provocazione, ma fa riflettere. A scuola abbiamo la possibilità di far conoscere il vero volto – autentico e bello – del cristianesimo, che come ama ripetere papa Benedetto XVI “dà gioia e allarga gli orizzonti”, e questo Natale 2010 ce ne darà l’opportunità: non sprechiamola. E in aula, in classe non abbiamo timore, ma parliamo con chiarezza (ne va della nostra specificità e credibilità) che il Natale è – più che la festa delle luci, della pace, della bontà… anche tutto questo, ma perché – la festa che ricordava la nascita di Gesù Cristo per tutta l’umanità. “Il Natale è la festa di Gesù che nasce per tutti” (CdF/1,38).

Buon cammino di Avvento! Don Antonio Bollin Direttore Vicenza, 30 novembre 2010 Festa dell’Apostolo S. Andrea 

Go to top