See other templatesSee other templates

Il Crocifisso è Risorto!

L’AUGURIO PASQUALE

L’annuncio sconvolgente alle donne, accorse al sepolcro: “Il Crocifisso è risorto!” (cf. Mt 28,5-6), ci raggiunge anche quest’anno. Ci dà forza e speranza, perché la vita vince la morte, perché la gioia di una presenza supera la tristezza e le fatiche, perché il Signore cammina accanto alla nostra quotidiana esistenza. E “misteriosamente” lo possiamo riconoscere e incontrare, anche tra i banchi di scuola, dove si testimonia l’amore, si accoglie chi è in difficoltà, chi è l’ultimo in questa società dell’efficienza e della rapidità di eventi e notizie… e dove si prega. Gesù stesso ce lo ha rivelato e S. Matteo lo pone a sigillo del suo vangelo: “… ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28,20).

 

DOVE VAI EUROPA?

Sabato 25 marzo a Roma, per far memoria dei Trattati di 60 anni fa, c’è stata la firma della dichiarazione congiunta dei 27 Paesi per un’Europa sicura - sostenibile - solidale - forte. Il momento storico è dei più delicati: l’Inghilterra si è staccata; Russia e Turchia si stanno orientando verso “democrature”; D. Trump negli USA punta al protezionismo a 360° con una politica estera ondivaga; le istituzioni europee più che alla crescita e alla solidarietà privilegiano i bilanci, alzano muri più che ponti, sembrano lontane… e movimenti xenofobi e par contro UE si fanno strada. Occorre tornare alle grandi idee e ai principi ispiratori dei Padri fondatori. Politici di tale spessore non si intravvedono, purtroppo!. L’Unione europea si trova davanti ad un bivio: riformarsi o declinare, fino a spegnersi. Noi tifiamo per una rifondazione, per un rilancio del progetto di integrazione con i Paesi europei e quelli dell’eurozona e per la riscoperta dei grandi valori con i quali l’Europa ha fatto scuola nel mondo. Del resto i nostri ragazzi, che incontriamo ogni giorno tra i banchi scolastici, si sentono e sono sempre più cittadini europei… come tu= noi!

LA “POVERA” NOSTRA SCUOLA...

In gennaio, il Consiglio dei Ministri ha dato il via ad otto dei nove decreti legislativi previsti dalla legge sulla “Buona scuola”, trasmettendoli alle Camere, tra cui: la promozione dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità, il sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita ai sei anni, il diritto allo studio, l’assunzione e la formazione iniziale dei futuri insegnanti… Leggevo, con sorpresa e un po’ di irritazione, un articolo - sempre documentato - del prof. G. Chiosso (pubblicato su “La Voce e il Tempo” del 26.03.2017, p. 13), il quale raccontava che, negli ultimi concorsi degli insegnanti, solo il 30-35% dei concorrenti è stato ammesso agli orali. E cosa si fa? Si stabilisce una nuova sanatoria con immissione in ruolo di altri 60 mila docenti precari, composta da quei laureati non riusciti a superare le prove scritte dei concorsi. È il contrario del buon senso e delle raccomandazioni dell’Ocse. Credo che si pagherà domani, in modo salato, la leggerezza con cui oggi si reclutano i docenti, giungendo al paradosso di agevolare la carriera anche di chi è stato bocciato in un concorso. E questo con l’accordo del Governo, del Parlamento e dei sindacati della scuola (in testa la Cgil). Cara Ministra Fedeli, per gli insegnanti di religione, sta pensando a qualche passo da compiere? Non sono lavoratori alla pari - almeno - degli altri docenti, che sta per assumere a t.i.?

IN CASA NOSTRA

Ancora pochi appuntamenti ci attendono: l’incontro con i giovani IdR (prima di Pasqua), il momento conclusivo delle attività di aggiornamento per IdR della SS 2° (il 20 maggio p.v.) e l’Assemblea IdR di giugno (invito, programma e indicazioni organizzative saranno comunicate nelle prossime settimane). L’indagine on-line nazionale avvalentisi e non dell’IRC doveva chiudersi in diocesi per il 31 marzo, ma c’è ancora un gruppetto di IdR che non ha sbrigato questo adempimento… per cui si è pensato di prorogare fino e non oltre il 14 aprile p.v. Raccomando a tutte/i di partecipare a questa ricerca… in caso di difficoltà, si contatti la nostra Segreteria. Nella riunione della nostra Commissione diocesana del 17 marzo u.s. si sono fatte alcune scelte, che saranno illustrate nei prossimi fogli informavi: la prassi-nomine, le ore annuali di aggiornamento specifico IRC (per adeguarci alle indicazioni della L. 107/15), il rinnovo dei rappresentanti in Commissione e delle zone pastorali per incentivare la conoscenza e la fraternità fra IdR del territorio, l’avvio a settembre del “Punto ben-essere IdR”. Con alcuni passi, tratti dalla Traduzione apostolica di Sant’Ippolito di Roma (170 c. - 235 d.C.), assieme alla Presidenza, ai Collaboratori dell’Ufficio, a Serenella, auguro a ciascuna/o di Voi e alle vostre famiglie una buona e serena Pasqua! “E’ Pasqua; Pasqua del Signore… O tu, che sei veramente tutto in tutti!... Di ogni creatura gioia, onore, cibo, delizia; per mezzo tuo sono state fugate le tenebre della morte, la vita è data a tutti, le porte del cielo si sono spalancate. Dio si è fatto uomo e l’uomo è elevato a somiglianza di Dio. O Pasqua divina!... O Pasqua, luce del nuovo splendore. Non si spegneranno più le lampade delle nostre anime. Divino e spirituale, brilla in tutti il fuoco della grazia, nel corpo e nell’anima, alimentato dalla risurrezione di Cristo”.

Don Antonio Bollin Direttore

Vicenza, 04/04/2017

Memoria di S. Isidoro di Siviglia  

Go to top