See other templatesSee other templates

L'IdR in Vacanza

Cari/e Amici/che IdR, domenica 2 giugno, in una villa splendida e in un clima di serenità, abbiamo concluso le attività formative 2001/2. La nostra XII^ Assemblea è riuscita molto bene, sia per la qualità che per il numero di partecipanti (188). Il merito principale va ai colleghi della zona di Lonigo, che hanno preparato l’incontro, coordinati da Marta Noro e Davide Serena, offrendo a tutti un bell’esempio di collaborazione e di “lavoro di squadra”. Grazie di cuore! È stata pure apprezzata l’iniziativa del mercatino delle esperienze didattiche e dei progetti scolastici, che si potrà ripetere negli anni futuri. Il tema “Cristiani per scelta in un mondo che cambia”, affrontato con due brevi ma succose relazioni (M. Scotaccia e G. Cisco), aveva almeno due finalità: • dare una prima informazione sugli Orientamenti Pastorali della CEI e su quelli della nostra Chiesa particolare per il 1° decennio del XXI secolo; • avviare la riflessione sul contributo specifico dell’IR scolastico alla formazione cristiana delle nuove generazioni. Questo “Speciale IR” porta nelle vostre case gli Atti del Convegno leonicense, che meritano una puntuale lettura e attendono altri vostri interventi, come quelli di Cinzia Maraschin e Riccardo Poletto (da pubblicare sui nostri fogli di Collegamento IR). ->I DATI DELL’ANNUARIO IRC 2002 Nel corso dell’Assemblea vi ho già comunicato i dati nazionali e locali sugli avvalentisi e non dell’IRC, frutto della rilevazione autunnale nelle nostre scuole. Nel Vicentino il 94.1% della popolazione scolastica sceglie l’IRC. Possiamo indubbiamente essere soddisfatti di questo risultato, senza abbassare l’impegno e la vigilanza perché l’IRC rimanga con dignità nella casa scolastica comune. -> L’ESTATE DELL’IdR Da qualche settimana sono terminate le lezioni scolastiche ed è cominciato il periodo tra i più belli dell’anno: il tempo estivo. Mi permetto, per la stima e l’affetto che vi porto, di darvi alcuni suggerimenti per “occuparlo bene”.

1. IL RIPOSO

Nel periodo estivo cercate di riposarvi, perché la scuola è sempre più impegnativa ed esigente. Dedicatevi ai vostri interessi particolari, state con le vostre famiglie, godete la compagnia di amici, fate qualche viaggio.

2. LE LETTURE

Vi consiglio, tra le letture estive, due testi (disponibili presso l’Ufficio IRC) , utili nel nostro servizio di docenti di religione, inseriti anche nell’attività parrocchiale: - DIOCESI DI VICENZA, Cristiani si diventa. Orientamenti pastorali per entrare nel terzo millennio , Vicenza 2001; - Documento conclusivo della sperimentazione nazionale sull’IRC per la formazione dei docenti di religione della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Elementare e della Scuola Media Inferiore e della Scuola Secondaria Superiore, in “Notiziario UCN” 30(2001)3.

3. LE RELAZIONI E I PROGETTI

Se avete ulteriore tempo da “spendere” occupatelo a: • intensificare o costruire rapporti cordiali con le persone coinvolte nel vostro servizio, per le quali nel periodo scolastico i minuti sono spesso contati: i parroci della vostra zona, i colleghi, gli IdR… • pensare e delineare, con qualche collega di religione, progetti, schede per la vostra attività didattica… lo domanda la scuola dell’autonomia. A ciascuno di voi formulo l’augurio di una buona estate, senza dimenticare la necessaria “ricarica” spirituale, come ci suggerisce e canta il Salmo 144: “O Dio, ti voglio benedire ogni giorno, lodare il tuo nome in eterno” (Sl 144,2).

DON ANTONIO BOLLIN

Vicenza, 11 luglio 2002 Festa di San Benedetto, abate e patrono d’Europa

Go to top