See other templatesSee other templates

Cristo risorto è la nostra speranza

LA VITA DELLA SCUOLA E L’IRC

Siamo già agli ultimi mesi dell’anno scolastico 2005/6 e molti di voi - IdR vincitori di concorso - sono impegnati nelle attività dell’anno di formazione, per cui le iniziative specifiche dell’IRC sono state volutamente rallentate. Tuttavia si sta approntando il piano formativo IRC 2006/7, che privilegerà ancora la conoscenza e l’applicazione degli OSA e tenterà di avviare qualche proposta di aggiornamento con docenti di altre discipline, tramite le associazioni professionali AIMC e UCIIM. Viene segnalata la due giorni di fine estate 28-29 agosto per gli IdR del 1° ciclo. La vita scolastica procede con “alti e bassi”. Si pensi - ad esempio - ai continui e avvilenti ricorsi al TAR del Lazio della CGIL sulla presenza dell’IRC nella scheda comune di valutazione. La visita pastorale in città del nostro Vescovo prevede abitualmente l’incontro con gli Istituti scolastici nelle varie zone, un’esperienza che - salvo qualche caso - risulta estremamente positiva. Il nostro appuntamento di fine anno di scuola rimane l’Assemblea IdR di domenica 21 maggio p.v.: tutti gli IdR sono chiamati a partecipare, dando la precedenza a tale impegno ed estendendo l’invito a Colleghi e a Dirigenti. Sia per tutti noi un momento di crescita, di forte fraternità e di profonda comunione ecclesiale!

DUE DOCUMENTI DEL MAGISTERO

Suggerisco a ciascuna/o di Voi la lettura di due documenti pubblicati di recente, i quali ci offrono motivi di riflessione e orientamenti per il nostro essere cristiani nel XXI secolo: - “Deus caritas est”, la prima enciclica di papa Benedetto XVI, un capolavoro di profondità e di bellezza sul cristianesimo oggi; - “Coraggio, sono io, non abbiate paura”, la lettera pastorale del nostro Vescovo Cesare alla Chiesa vicentina. LA CELEBRAZIONE ANNUALE DELLA PASQUA È imminente la festa annuale di Pasqua, cuore dell’anno liturgico e della nostra vita cristiana. Essa celebra la vittoria di Cristo sul male e sul peccato, sull’ingiustizia e sulla morte, come canta il prefazio pasquale IV: "In lui, vincitore del peccato e della morte, l'universo risorge e si rinnova, e l'uomo ritorna alle sorgenti della vita". È Cristo Risorto allora la nostra vera ed unica speranza! Formulo ad ognuno di voi e alle vostre famiglie, assieme ai Collaboratori dell’Ufficio e all’équipe redazionale “Speciale IR”, l’augurio di Buona Pasqua con un breve testo poetico che suor Maria Grazia del Carmelo di Rovigo mi ha consegnato l’11 marzo scorso:

PASQUA

L’alito della primavera tra i rami, canti di uccelli,
campane, tremante levarsi della linfa in ogni filo d’erba:
dolcissimi segni di una vita che erompe nuova come dalla tomba,
messaggi concordi di un’intesa profonda.
Quanta bellezza vive sotto il cielo per dire in un attimo l’eterno.
Me ne riempio gli occhi oggi ancora una volta, anch’io risorta nella Pasqua del mondo,
ospite, o Cristo, della Tua pace, promessa ad una vita cui non si nasce
che per amore dentro la morte di ogni giorno.

Don Antonio Bollin Direttore Vicenza, 25 marzo 2006 Solennità dell’Annunciazione del Signore 

Go to top